Domenica 13 aprile, l’Aniene a Tivoli tra archeologia industriale e vedute del Grand Tour

Domenica 13 Aprile ci sposteremo a Tivoli, per visitare il cosiddetto “baratro tiburtino” l’affascinante gola dell’Aniene che, con la grande cascata artificiale realizzata nel 1835 deviando il corso del fiume, crea uno dei paesaggi più ritratti dagli artisti di tutti i tempi.

L’escursione inizia dal Ponte dell’Acquoria nei pressi dell’omonima centrale idroelettrica da cui, per la prima volta in Italia, fu attivata la trasmissione di energia elettrica a distanza. Le guide di Legambiente descriveranno l’archeologia elettrica degli impianti in disuso ed attivi, poi si risalirà la sponda destra dell’Aniene fino alla base della diga Vescovali immersi nello splendido scenario che, nel periodo del Grand Tour, accoglieva artisti e intelletuali di tutta Europa per i quali Tivoli e le sue bellezze era una tappa indispensabile ad loro viaggio culturale.
La discesa del fiume sarà in questo tratto solo dimostrativa riservata ad attivisti UISP, un’attività di monitoraggio e al tempo stesso di denuncia dello stato di abbandono di questo tratto del fiume Aniene che quanto a bellezza e potenzialità concorre con i più suggestivi tratti dell’Alta Valle.

Il Ponte dell’Acquoria si raggiunge facilmente dalla frazione di Villa Adriana, provenendo da Roma si segue la via Tibutina fino allo stabilmento Trelleborg, si gira sinistra su via degli Orti e al primo bivio di nuovo a sinistra su Strada dell’Acquoria, proseguendo fino al Ponte.

(Vedi su google Maps https://www.google.it/maps/@41.9593057,12.7842424,17z )

Per informazioni: Tel. 335362353